SEO, come evitare le penalizzazioni

SEO, come evitare penalizzazioni da Google
Fonte foto: pixabay.com - Hebi65
Vuoi ottimizzare il tuo sito in ottica SEO per migliorarne il posizionamento ma hai paura che possa essere penalizzato da Google e quindi scendere di posizione all'interno delle SERP? Basta un po' di accortezza, competenza e saper attuare, di conseguenza, le migliori strategie possibili. Ma quali sono? Cosa bisogna fare precisamente per poter essere al di fuori da ogni possibilità di penalizzazione? Ci sono parecchie cose da fare (e da evitare) ma noi ve ne diciamo tre per non farsi trovare impreparati di fronte a possibili "punizioni" da parte di Google che potrebbero far crollare il vostro fatturato e le visite per il vostro sito web. Perché la SEO è un fattore importante anche dal punto economico, e non soltanto per un questione di immagine.

SEO, tre suggerimenti per evitare le penalizzazioni

Contenuti duplicati: Questo problema riguarda soprattutto gli e-commerce. Spesso, per prodotti simili, è facile cadere nella "tentazione" di copiare ed incollare le stesse cose. Ebbene, questo potrebbe portare a delle penalizzazioni su Google e quindi crollare nelle SERP.

Velocità: Un sito web lento non soltanto è quasi ostile per gli utenti ma potrebbe anche ricadere nelle penalizzazioni di Google. Questo perché il colosso di Mountain View sembra non apprezzare un sito lento. Comunque, però, dovete sviluppare un sito veloce non soltanto per i motori di ricerca ma anche, e soprattutto, per gli utenti. Che sono la vostra vera fonte di guadagno.

Link building: Ecco: qui si tocca un tasto dolente. La tentazione è sempre tanta: spesso, più link si ricevono e più aumenta il posizionamento. A volte, però, si esagera, Google se ne accorge e penalizza il sito che riceve tutti questi backlink.


Vuoi sviluppare un sito web SEO-friendly e che rispetti le linee guida di Google? Contatta la web agency Netminds compilando il form contatti: il nostro staff lavorerà al meglio per esaudire tutte le tue richieste. Ti aspettiamo!

L'articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social network!


--- Seguici su FacebookTwitterGooglePlus e LinkedIn! ---

Nessun commento

netminds.it. Powered by Blogger.