Quando usare il redirect per un e-commerce

Quando usare il redirect per un e-commerce
Fonte foto: kaboompics.com
Uno dei problemi per quanto riguarda lo sviluppo di un e-commerce riguarda l'utilizzo dei redirect. Quando bisogna usarli? Prima di entrare nel vivo, c'è da fare una netta distinzione fra le varie tipologie: il redirect 301 si utilizza quando lo spostamento tra un URL ed un altro è definitivo. Il redirect 302, invece, è soltanto un reindirizzamento temporaneo anche se, però, c'è da dire che i redirect 301 sono i più utilizzati in assoluto. Ma quando usare il redirect per un e-commerce? Ecco tre motivazioni utili per poter utilizzarlo all'interno della vostra attività di commercio online.


Quando usare il redirect per un e-commerce: tre motivazioni

Landing page: Avete creato una landing page ad hoc per una determinata campagna e non sapete più che farvene di quel link? Potete reindirizzare l'utente alla categoria del prodotto "protagonista" della campagna in modo da creare, comunque, un collegamento che abbia un senso. Non bisogna dimenticare, infatti, che il reindirizzamento deve avere un senso.

Prodotto non presente in catalogo: Il prodotto non è più in vendita e quindi quel link porterà inevitabilmente ad un errore 404? Beh, si può reindirizzare ad un prodotto simile o, al massimo all'home page se proprio non esistono articoli simili.

Nuovo sito web: Questa è la motivazione più classica. Un nuovo sito web porta, inevitabilmente, i rediret dal vecchio sito. E qui bisogna valutare link per link in modo da dare una continuità di senso fra il nuovo ed il vecchio.


Hai bisogno di sviluppare un nuovo sito di e-commerce? Dai un'occhiata al nostro portfolio e scrivici compilando semplicemente il form contatti: troveremo la soluzione migliore per te. Ti aspettiamo!



L'articolo ti è piaciuto? Condividilo sui social network!


--- Seguici su FacebookTwitterGooglePlus e LinkedIn! ---


Nessun commento

netminds.it. Powered by Blogger.