Reverse Time Collapse vola negli States: Sergio e Fernando, ecco chi c'è dietro le quinte

Dopo aver narrato le avventure dei tre cavalieri Netminds partiti alla volta del Nuovo Continente, adesso ci soffermiamo a raccontare quelle che sono le sensazioni di chi lavora dietro le quinte.


Perché quando si parte per una spedizione così importante finalizzata a conquistare l'America, alle spalle dei protagonisti c'è sempre un esercito che in silenzio continua ad avanzare...
Oggi presentiamo due personaggi della compagnia dell'anello, pardon di Meangrip: Sergio Mazzola e Fernando Colarossi, rispettivamente sviluppatore di videogames e rigger 3D.
Entrambi studenti Iudav, grazie 
al quale sono entrati nel progetto Reverse: Time Collapse, svelano quelle che sono le emozioni nel far parte di un team così importante, il tutto a poche settimane dalla loro laurea…


Fernando Colarossi, rigger 3D e Sergio Mazzola, sviluppatore di videogames
Come siete entrati a far parte di Netminds?
“Il tutto è partito grazie allo Iudav e dunque al professore Carlo Cuomo. L’entrare a far parte di questa azienda ti fa comprendere come nonostante a volte si abbia il mito delle grandi multinazionali, poi anche realtà più piccole fanno un grandissimo lavoro. Non ci saremmo mai aspettati di entrare a far parte di un progetto così ambizioso, è stata una lieta scoperta. Una scelta che confermeremmo senza batter ciglio anche adesso”.

Sergio, in quanto sviluppatore di videogames di cosa ti occupi in RTC?
“Il mio ruolo è quello di programmare, ovvero creare script affinché il gioco funzioni. Lo scripting ti concede una personalizzazione maggiore del prodotto finale, oltre a questo mi occupo anche di gestire le meccaniche di gioco, dunque il gameplay. Ho imparato tanto da quando sono arrivato qui infatti ho iniziato anche a fare level design, costruisco le aree ovviamente sempre in ambito Unity”.

Robert De Niro e Bradley Cooper esultano dopo aver giocato a Reverse: Time Collapse
Cosa si prova a far parte di un team così importante che tra pochi giorni siederà al tavolo con dei colossi?
“E’ un’esperienza formativa che ti fa crescere molto, si crea un legame anche importante con le persone con il quale lavori. Questo è il lato positivo delle aziende italiane che prediligono i rapporti umani. Così facendo entri a far parte integrante di un gruppo di lavoro e il progetto diventa anche qualcosa di tuo”. Afferma Fernando.
Prosegue poi Sergio: “Grazie a Meangrip ho avuto modo di partecipare alla Gamescom in Colonia, alla Games Week a Milano ed altre manifestazioni. Non ti nascondo che sarei andato con piacere anche alla Game Developers Conference (ride, ndr). Tutti questi appuntamenti mi hanno fatto capire come l’estero è più predisposto al mondo del gaming. Le sensazioni per la GDC non possono che essere positive, visto le persone che andranno a presentare RTC”.

Fernando invece sei un rigger 3D, quali sono i tuoi compiti?
 “Io mi occupo di grafica 3D, nel corso degli anni mi sono specializzato sul rig che era il discorso che più mi interessava e che mi regalava anche più soddisfazioni perché nel tempo ho imparato a muovermi con più naturalezza. Mi occupo di preparare i personaggi alla fase di animazione: ne costruisco lo scheletro, le deformazioni che il personaggio poi assumerà e i movimenti che quel corpo dovrà effettuare in fase di animazione. La mia figura è un mix tra chi programma e chi lavora all'animazione. Lo scopo finale deve essere realizzare un personaggio che sia complesso per le texture ma allo stesso tempo semplice da leggere”.

Da grandi poteri derivano grandi responsabilità
Non fatevi ingannare dalla loro età, perché entrambi hanno già le idee chiarissime...
“Non ci aspettavamo di poter lavorare a qualcosa di così importante già a questa età. Questo non è un campo semplice, soprattutto in Italia. Abbiamo grandi responsabilità ma ne siamo felici: sappiamo di essere fortunati nel poter lavorare nel settore che ci piace”.

Le tappe di avvicinamento alla Game Developers Conference sono terminate, adesso ha inizio l’evento a stelle strisce. Non perdere gli aggiornamenti sulla spedizione dei nostri tre cavalieri per la conquista dell’America di Reverse: Time Collapse!

Nessun commento

netminds.it. Powered by Blogger.