In Italia sbarca Google Home: il primo assistente vocale

In principio fu Amazon Echo nel 2014, poi Google Home ed infine HomePod. Questo l'ordine di apparizione sui mercati dei primi vocal assistant. Il tutto ovviamente è sempre stato circoscritto agli Stati Uniti e a poche altre nazioni. Questo prima del 27 marzo, quando Google Home ha fatto il suo esordio sul mercato italiano...

Una data per certi versi storica. Google è la prima ad arrivare in Italia con questo dispositivo, anticipando nettamente i rivali Amazon ed Apple. E le parole di Souver Kothari, vice presidente di big G, spiegano il perché di questa tempistica"L’Italia è il settimo Paese nel quale esce Google Home. Sappiamo cosa gli italiani chiedono al nostro motore di ricerca sul web, abbiamo fatto esperienza e per questo siamo i primi ad esser riusciti a lanciare un prodotto del genere in italiano"
E gli italiani appaiono anche entusiasti di fronte a questa novità. Come svelato da un sondaggio effettuato da Find in collaborazione con Duepuntozero Doxa, 3 internauti su 4 sarebbero interessati al suo acquisto.
Ma la prima domanda che sorge spontanea è la seguente: quali sono le funzioni di Google Home?





Per il quotidiano
Dalla sveglia, al ricordare tutti gli appuntamenti presenti sulla rubrica. Dalla situazione metereologica a quella del traffico sui percorsi che abitualmente percorrete. Ma il vostro assistente vocale potrà darvi una grossa mano anche con l’alimentazione. Saprà infatti informarvi di quante calorie è composto quel determinato prodotto e assistervi passo passo nella fase di preparazione ad un piatto, servendosi di GialloZafferano.

Multimedia
L’intelligenza artificiale del quale è dotato permetterà di comprendere i vostri comandi vocali (è predisposto per riconoscere fino a 5 voci differenti). Con un semplice comando diventeranno riproduttori musicali utilizzando il vostro account Spotify o Google Play. Avete voglia di guardare la vostra serie tv preferita? Basterà comunicarlo a Google Home che la riprodurrà sul vostro Smart Tv su Netflix o YouTube

Domotica
Questo è forse il lato più interessante che riguarda questi vocal assistant. Sono infatti in grado di controllare tutti i dispositivi presenti in casa che dispongono di Intelligenza Artificiale. Non solo dunque Smart Tv, ma anche lampadine e termostato smart. Un vero e proprio assist per la domotica che così fa passi enormi in avanti.


Questa la versione Mini
Per questi e tanti altri motivi questi nuovi dispositivi sembrano essere pronti a diventare il prossimo fiore all’occhiello delle grandi multinazionali. Sono disponibili due versioni: il Mini che costerà intorno ai 59 euro ed il Google Home che partirà da una cifra di 159 euro. Il successo preannunciato dei vocal assistant è da riscontrare nel nuovo modo di ricercare sul web da parte degli internauti. Le esperienze voice driven rappresentano infatti il futuro e le previsioni degli Smart Speaker sono mostruose: 3 miliardi di profitti entro il 2021

Nessun commento

netminds.it. Powered by Blogger.