Tik Tok, i segreti del nuovo fenomeno social

In principio fu Musically, adesso a farla da padrone è il nuovo social in voga soprattutto tra i millennials.
Tik Tok ha letteralmente rubato la scena grazie ai suoi filmati esilaranti e ai suoi ritmi.
Un successo ottenuto così rapidamente tanto da diventare oggetto di discussione e di studio.

tik-tok-musically-app-canzoni-musicali

Tik Tok, la nuova app musicale di tendenza

Effettuando il primo accesso sull'applicazione Tik Tok vieni catapultato in un vortice di video musicali brevissimi che possono durare dai 10 ad un massimo di 60 secondi.
Come in ogni social che si rispetti anche in questo caso si ha la possibilità di premiare l'autore del mini clip con un mi piace, commentando o condividendo su Instagram o Twitter.
Inevitabile trovare i consueti hashtag che creano delle vere e proprie sfide o challenge tra ragazzi per realizzare il video più bello, diventando dei veri e propri topic trend.
A primo impatto quello che stupisce è la velocità e l'immediatezza di questi milione di contenuti che si alternano tra karaoke, citazioni di film celebri e temi sociali.
Ma al di là di tutto questo a certificare il successo di Tik Tok sono i numeri: con 500 milioni di tokers (utenti) attivi è l'applicazione più scaricata nel 2018.
Ha superato in scioltezza i giganti Facebook e Instagram, grazie al suo nuovo modo di proporsi che tanto piace ai giovanissimi.
Cifre da capogiro che rendono l'applicazione cinese la startup più importante al mondo: il suo valore è di circa 75 miliardi di dollari!

Tik Tok, non è tutto oro quel che luccica

Da grandi poteri, derivano grandi responsabilità.
Eppure la citazione di Zio Ben non è stata recepita nel migliore dei modi dai giganti dei social.
Dopo lo scandalo Cambridge Analytica che ha contribuito al ridimensionamento di Facebook e a far perdere il sonno a Mark Zuckerberg, anche Tik Tok ha avuto i suoi problemi con la privacy.
Una multa da parte della Federal Trade Commission 
da 5,7 milioni di dollari per aver ottenuto migliaia e migliaia di dati di minori.
Una mole impressionante di giovanissimi utenti dovrebbe comportare maggior attenzione a fenomeni quale il bullismo o crimini come la pedofilia, come denunciato in India.
Un consiglio? Usare i social responsabilmente e, nel caso siate genitori, prestare attenzione all'utilizzo dei vostri figli.
Solo così il web può risultare un posto più sicuro.
A tal proposito Big G ha lanciato Google Family, iniziativa che letteralmente aiuta l
a famiglia a creare abitudini digitali sane.

Vuoi rimanere sempre aggiornato sulle news del web? Compila questo form per non perderti anticipazioni e approfondimenti!

Nessun commento

netminds.it. Powered by Blogger.