L’evoluzione dell’ecommerce: scopriamo Google Lens!

by 10:22

“Ogni tecnologia sufficientemente avanzata è indistinguibile dalla magia” (Arthur C. Clarke)



Attualmente il settore ecommerce è tra quelli maggiormente in evoluzione; un cambiamento che passa tra le fitte maglie della tecnologia e dell’economia permettendo con sempre maggiore affidabilità di puntare ed arrivare all’obiettivo per realizzarlo.

Una delle frontiere di sviluppo più interessanti del settore è “Google Lens”, l’app di casa Google dedicata alla Visual Search.

Per capirci meglio, possiamo paragonare Google Lens per la Visual Search all’analogo Shazam per la ricerca dei dati sonori.

Google Lens permette infatti, soltanto inquadrando un’oggetto o caricando un’immagine da smartphone, di riconoscere gran parte dei prodotti e le sue applicazioni non sono limitate al settore ecommerce

Basti pensare che l’app funziona benissimo su monumenti, piante, paesaggi o personaggi famosi mostrando in sovraimpressione una scheda informativa completa di dati raccolti.

A supportare la tendenza all’utilizzo della Visual Search alcuni dati recenti rilevano che:

  • Il 62% dei millennial preferisce una ricerca visiva rispetto a qualsiasi altra nuova tecnologia.
  • Il 21% degli inserzionisti ritiene che la ricerca visiva sia la tendenza più importante per la propria attività nel 2019.
  • Il 45% dei rivenditori nel Regno Unito ora utilizza la ricerca visiva.
  • Il 36% dei consumatori ha condotto una ricerca visiva.
  • Il 35% degli esperti di marketing prevede di ottimizzare la ricerca visiva fino al 2020.
  • Il 55% dei consumatori afferma che Visual Search è fondamentale per sviluppare il proprio stile e gusto.

Con Google Lens, a pensarci bene, avviene che quello che associamo all’immaginario concerne sempre più la sensorialità, in particolare il “visivo” che diventa motore principale del desiderio anche con i social. Per questo ed altri motivi, tutto questo è studiato nel campo del marketing, soprattutto per la capacità di influenzare ed orientare le percezioni e i modelli di riferimento, raggiungere la concorrenza e prevedere una strategia finalizzata ad una transazione positiva.

Al livello marketing, infatti, la lente di Google è uno strumento davvero potente che permette di riconoscere, diciamo pure in tempo reale, qualsiasi oggetto; una comparazione tra le immagini on line con esiti molto interessanti. Grazie a questa funzione, che sembra rifarsi al mondo magico, l’utente viene guidato all’individuazione delle informazioni attraverso prezzi e “similitudini visuali” prossime, che lo orientano nelle scelte e lo avviano alla vera e propria esperienza di acquisto.

E a te? E’ mai capitato di vedere un abito che ti piace indossato da un amico, e di voler sapere dove acquistarlo?

Google Lens, non a caso, si rivela molto utile nel momento in cui ci si imbatte in un prodotto commerciale, sia esso un capo di abbigliamento o un libro, e si desidera ottenere più informazioni su di esso in previsione di un possibile futuro acquisto.

Inoltre una funzionalità molto apprezzata è quella denominata Smart Text Selection: attraverso uno scanner OCR, Google Lens è in grado di riconoscere il testo inquadrato dalla fotocamera e dà all’utente la possibilità di digitalizzare il testo, di usarlo all’interno di un documento o di procedere alla sua traduzione tramite Google Traduttore.

Dal 2017 Google Lens ha fatto enormi passi in avanti e questo progressivo sviluppo ha consentito a questa app l’integrazione negli smartphone di ultima generazione insieme all’assistente Google.

Si può dire che Google Lens ha delle potenzialità davvero sconfinate: come è facile intuire la ricerca per immagini apre le porte girevoli ai siti ecommerce!

netminds.it. Powered by Blogger.